Pietro Paolo Virdis

Image
Figurina tratta da “Calcio Flash 1985”: il baffuto centravanti, nato a Sassari nel 1957, è certamente uno dei 9 ricordati con più affetto dagli amanti del calcio italiano anni ’80. Bomber di razza messosi in luce in tenera età in Serie D prima (con la Nuorese) e in Serie B poi (con il Cagliari) si guadagna nel 1977 la chiamata della Juve, esperienza conclusasi (intervallata da un prestito al Cagliari) nel 1982 dopo la vittoria di due scudetti e una Coppa Italia. Dopo due anni all’Udinese conditi da 12 goal, passa al Milan. La sua militanza tra i rossoneri resta memorabile, vince uno scudetto (1987-1988, sigla una doppietta nel 2-3 decisivo a Napoli), una Supercoppa italiana (1988) e, soprattutto, una Coppa dei Campioni (1988-1989). Inoltre, si toglie la soddisfazione individuale di vincere il titolo di Capocannoniere di Serie A nella stagione 1986-1987. Per lui, con i rossoneri, 153 presene e 53 reti. Conclude la sua carriera nel 1991, tra le fila del Lecce. Vanta 15 presene e 9 goal con la Nazionale olimpica