La storia de “il mancino del chino”- Stoke City

Image
In occasione della quarta puntata de “Le vostre storie”, rinnoviamo la nostra collaborazione nata su Instagram con  "il_mancino_del_chino", pagina particolarmente seguita e apprezzata sul social. Dedicata ovviamente al Chino Alvaro Recoba, campione uruguagio ex Inter, Venezia e Torino, lascia però spazio al fùtbol a 360° con contenuti sportivi sempre interessanti e attuali.

L’admin ci ha raccontato un suo viaggio a Stoke-on-Trent, città inglese molto legata ai suoi colori, il bianco e il rosso dello Stoke City.

La passione per il calcio che si respira tra le strade è unica e il "mancino" non ha potuto che farsi coinvolgere: “Era una vacanza studio, avevo 14 anni e quella era la mia prima volta all'estero. C'era un negozio dello Stoke e ci entrai. Mi comprai maglia e sciarpa d’istinto.”

Ciò che ha colpito il nostro protagonista è il culto per lo Stoke City, l’amore incondizionato per i “Potters”: “Notai che molta gente girava per le strade con quella maglia a strisce, anche molte ragazze. In Italia non ho mai visto nulla del genere.”

Lo Stoke, oggi militante in Championship non è una compagine particolarmente vincente(vanta una League Cup vinta nel 1972), ma in ogni caso è una squadra dalla grande tradizione in terra d’albione. Fondato nel 1863, il club è la seconda squadra più longeva d’Inghilterra. Inoltre, ha consegnato alla storia numerosi grandi giocatori, tra i quali ricordiamo il leggendario Sir Stanley Matthews, primo Pallone d’oro della storia e due grandissimi portieri, Gordon Banks e Peter Shilton. Il primo vinse lo storico mondiale casalingo del 1966, quando il “football came home” tra il rock dei Beatles e dei Rolling Stones. Gordon è poi ricordato per aver compiuto una tra le più belle parate della storia del calcio, quella su Pelè a Mexico 1970. Peter Shilton, invece, è il portiere dei record. Primatista per presenze con la nazionale inglese è, soprattutto, il calciatore professionista con più “caps”nella storia dell’intero sport, ben 1390.

È chiaro che Stoke abbia qualcosa di speciale. Il “Bet365 stadium”, prima “Britannia”, è divenuto negli anni un fortino anche per i top clubs della Premier League e ha messo in luce più volte i punti di forza della squadra, il carattere e il gioco fisico. La maglia in foto risale alla stagione sportiva 2011-2012, contornata dalla partecipazione in Europa League.

Si spera che i “Potters”possano tornare presto dove meritano.

Si ringrazia il_mancino_del_chino per aver partecipato al contest "le vostre storie" contribuendo con il suo racconto e il suo inestimabile cimelio.

Seguite numerosi il suo account Instagram!